Ieri sera il primo luppolo sestese era finalmente secco!

Ho provato quindi a metterlo sottovuoto tranne un paio di barattoli nei quali ho messo il luppolo pressandolo (non eccessivamente) e mettendoli poi nel congelatore.

A tempo debito vedrò cosa ne viene. Se nel frattempo ci fosse qualcuno che avesse dei suggerimenti o delle opinioni o avesse già sperimentato…

IMG_20140914_230925

 

Questo weekend avrei voluto fare una prova del luppolo sestese con una lager in partial mash ma poi i programmi come spesso accade sono cambiati mille volte…

IMG_20140915_071835Mi sarebbe però spiaciuto ‘sprecare’ 25 litri di ottima acqua presa ieri da una fonte al Pian della Mussa. Quindi anche se ‘solo’ in kit (per mancanza di tempo) e anche se ho iniziato solo alle 22:30, questa sera ho preparato una Shamrock Velvet Stout, di cui però 5 litri sono stati messi a fermentare a parte per fare un test di luppolo sestese in dry hop. Vedremo come viene!

Il partial mash rimandato a settimana prossima (per ora…)! E nel frattempo tra qualche settimana si procederà al primo assaggio comparativo di questa stout senza e con luppolo selvatico, sperando che, come il profumo lascia supporre, l’aroma conferito sia buono!

I rami tagliati

Come ho già avuto modo di scrivere, da una decina di giorni (inizio settembre 2014) ho iniziato a interessarmi alla raccolta del luppolo selvatico.

La rete ormai è pienda di blog che trattano dello stesso argomento, ad esempio qui. Perchè quindi anche io? Perchè mi fa piacere condividere la mia perosnale esperienza, perchè sto facendo tentativi con il luppolo selvatico nostrano e perchè se qualcuno ha dei consigli da dare è il benvenuto!

Ecco quindi i link alle pagine dedicate agli argomenti che veranno aggiornate di volta in volta:

Premiazione Malto Gradimento

“Le etichette più belle sono di Michele”

Questo il titolo dell’articolo di MaltoGradimento sulle mie etichette realizzate grazie al contributo della mia amica artista Anita!